GLOSSARIO REFRIGERAZIONE & CONDIZIONAMENTO

I sistemi di refrigerazione e condizionamento sono il nostro pane quotidiano.
In questo articolo abbiamo messo e metteremo tutta la terminologia che ci sembra utile per lavorare in questo campo.
Un glossiario della refrigerazione e condizionamento industriale.

A
    • Accumulatore di aspirazione
      Scopo principale degli accumulatori della linea di aspirazione: fornire il refrigerante a un compressore solo sotto forma di gas.
      Tutte le unità con evaporatori allagati necessitano di questo articolo, così come un sistema con evaporatori surriscaldati per prevenire l’accumulo di refrigerante liquido nella linea di aspirazione.
      Oltre alla separazione del liquido, gli accumulatori di aspirazione forniscono il ritorno dell’olio al compressore.
    • Adsorbente
      Sostanza che ha la proprietà di trattenere le molecole dei fluidi senza provocare un cambiamento chimico o fisico.
    • Adsorbimento
      L’adesione di un sottile strato di molecole di un gas o di un liquido a un oggetto solido. – Identifica la formazione di un legame di gas, vapori o liquidi mediante forze coesive fisiche o molecolari.
    • Adsorbimento a pressione oscillante
      Procedura di adsorbimento a pressione oscillante (in inglese Pressure Swing Adsorption) per separare le molecole di azoto e ossigeno per mezzo di un setaccio molecolare del carbonio o di un setaccio molecolare della zeolite. Consente una produzione costante di azoto o di ossigeno ad elevata purezza.
    • Ampere
      Unità di misura riferita al flusso di elettroni all’interno di un circuito. Sia la tensione (pressione) che l’amperaggio (flusso) sono richiesti o devono essere disponibili per produrre lavoro (watt). In un circuito con una resistenza fissa (Ohm), il valore di volt rispetto a ampere cambierà in modo inverso l’uno rispetto all’altro.
    • Antivibrante tubazioni
      Gli eliminatori di vibrazioni sono progettati per l’uso in sistemi di refrigerazione fissi o mobili. La funzione principale del vibroeliminatore è quella di eliminare le vibrazioni del compressore operante sul tubo di mandata o di aspirazione dell’impianto di refrigerazione.
    • Aria
      Miscela di gas invisibile, inodore e insapore (costituita principalmente da azoto, ossigeno e anidride carbonica) che formano l’atmosfera terrestre. – L’aria è una miscela di gas incolore, inodore e insapore, che consiste al 21% di ossigeno, al 78% di azoto e all’1% di altri gas.
    • ASME
      American Society of Mechanical Engineers – Agenzia regolatrice della progettazione e costruzione di caldaie e recipienti a pressione.
    • Assorbente
      Sostanza con capacità di assorbire o assorbire un’altra sostanza.
    • Assorbitore
      Una soluzione o superficie in grado di assorbire (assimilare) un’altra sostanza o forma di energia.
    • Attuatore
      Quella parte di una valvola di regolazione che converte il fluido meccanico, l’energia termica o l’energia elettrica in movimento meccanico per aprire o chiudere le sedi delle valvole.
    • Azoto
      L’azoto è un elemento chimico che si presenta sotto forma di molecola biatomica, e con il 78% è il componente principale dell’aria.
B
  • Bar
    è l’unita di misura della pressione, non nel Sistema Internazionale (S.I.) dove si utilizza il Pascal (Pa). Un bar equivale a centomila Pascal, in teoria è la pressione esercitata su una superficie di un centimetro quadrato da una colonna d’aria alta fino ai confini dell’atmosfera terrestre.
  • Batteria di condensazione
    Unità condensatore, la batteria dissipa il calore dal refrigerante. Il refrigerante a vapore caldo viene compresso dal compressore e il refrigerante si condensa dallo stato di vapore allo stato liquido. Il sottoraffreddamento del liquido condensato si verifica quando tutto il vapore è condensato.
  • Batteria di evaporazione
    Evaporatore dove il calore viene assorbito dal passaggio di aria calda. Il refrigerante liquido bolle quando viene dosato nella bobina e passa da liquido a vapore.
  • BMS – Building management system
    Il Building Management System (BMS in breve) è parte della gestione di building automation e viene utilizzato per il controllo e il monitoraggio dei servizi degli edifici. Nei moderni sistemi di condizionamento, il software di controllo ha interfacce aperte agli standard di comunicazione per i building management system, come OLE per il Process Control (OPC), Building Automation e Control Network (BACnet) e Local Operating Network (LON).
  • Booster
    I booster sono compressori che risucchiano aria già compressa e la comprimono ad una pressione superiore.
  • BTU
    E’ l’acronimo di British Termal Unit, un BTU definisce la quantità di calore necessaria per alzare la temperatura di 454 grammi di acqua da 60 a 61 gradi Fahrenheit. BTU/h British Termal Unit per ora è invece unità di misura della potenza termica: 3,413BTU = 0,860Kcal/h = 1Watt. – Unità termica britannica. In termini scientifici, rappresenta la quantità di energia necessaria per sollevare una libbra d’acqua di un grado Fahrenheit. Un BTU è l’equivalente approssimativo del calore sprigionato da un singolo fiammifero da cucina in legno.
  • Bulbo secco
    Uno dei due termometri dell’igrometro che fornisce la misura della temperatura ambiente.
  • Bulbo umido
    Uno dei due termometri dell’igrometro che fornisce la temperatura dell’aria misurata con un termometro il cui bulbo è avvolto da una pezza bagnata d’acqua. La differenza dalla temperatura a bulbo secco fornisce una misura dell’umidità dell’aria.
C
  • Calore
    Energia invisibile (tranne infrarossi ad alta intensità) causata dal movimento delle molecole all’interno di qualsiasi sostanza o materia. Viaggerà sempre da caldo/caldo a freddo, tramite una o una combinazione di conduzione, convezione o radiazione. I materiali che resistono al flusso o al trasferimento di calore sono chiamati isolanti o isolanti.
  • Calore latente
    Energia termica assorbita nel processo di trasformazione della forma della sostanza (fusione, vaporizzazione, fusione) senza variazioni di temperatura o pressione. Chiamato anche calore “nascosto”.
  • Calorimetro
    Dispositivo utilizzato per misurare quantità di calore o determinare calori specifici.
  • Capacità
    Proprietà del non conduttore (condensatore o condensatore) che consente l’accumulo di energia elettrica in un campo elettrostatico.
  • Capacità di networking
    Possibilità di comunicazione dei dispositivi di automazione digitali con dispositivi fissi e mobili (tablet, smartphone e PC) per il controllo remoto e il monitoraggio remoto.
  • Capillare
    Tubo di rame o di alluminio di sezione e lunghezza calibrata che determina una forte caduta di pressione e la conseguente espansione del refrigerante, sostituisce l’organo di laminazione o espansione del fluido frigorigeno.
    Usato in circuiti frigoriferi di potenza limitata e che funzionano a condizioni pressoché costanti, generalmente quelli civili.
  • Carbone attivo
    Carbone appositamente lavorato utilizzato come filtro disidratatore; comunemente usato per pulire l’aria.
  • Cera
    Componente indesiderabile in molti lubrificanti per refrigerazione, che può separarsi dalla soluzione se raffreddata a sufficienza.
  • CFM
    Uno standard di misurazione del flusso d’aria. Piedi cubi al minuto.
  • Chiller
    Generatore termico utilizzato per riscaldare e refrigerare l’acqua negli impianti idronici.
  • Ciclo di spegnimento
    Quel periodo di tempo di un ciclo di refrigerazione in cui il sistema non è in funzione.
  • Cilindrata del pistone
    Volume spostato dal pistone mentre percorre la lunghezza della corsa.
  • Climatizzatore
    Apparecchio che conferisce all’aria di un ambiente chiuso determinate caratteristiche di temperatura, umidità e purezza. I climatizzatori di ultima generazione purificano l’aria grazie a filtri che sottraggono polvere, micropolveri dello smog, batteri e microorganismi ed eliminano i cattivi odori. I modelli di climatizzatori più evoluti e completi, funzionano anche da impianto di riscaldamento e possono essere messi in funzione anche d’inverno, specialmente per aumentare la temperatura di ambienti freddi nonostante l’impianto di riscaldamento centrale (termosifoni); inoltre possono agire da deumidificatori se dotati di tale funzione.
  • Climatizzatore a parete
    Sistema di climatizzazione con l’unità interna montata su una parete della stanza, in genere quella con la portafinestra del balcone poiché queste si trovano sul muro esterno su cui installare l’unità esterna. L’ingombro, sia interno che esterno, è piuttosto contenuto ed è così adatto anche a spazi ridotti.
  • Climatizzatore a pavimento
    Sistema di climatizzazione con l’unità interna installata sul pavimento della stanza e l’unità esterna montata sul muro esterno dell’abitazione. È indicata se non volete vedere lo split cioè l’unità interna appeso alla parete o al soffitto.
  • Climatizzatore fisso
    Adatto ad ampi spazi, è la soluzione ideale per rinfrescare, riscaldare e/o purificare più ambienti. Potente e decisamente silenzioso perché l’unità esterna non è negli ambienti, è costituito da Monosplit apparecchio unico per refrigerare solo parte dei locali dell’ambiente o Multisplit due o più apparecchi per refrigerare tutti i locali dell’ambiente.
  • Climatizzazione
    Trattamento termico e igrometrico dell’aria di uno o più ambienti chiusi al fine di ottenere le condizioni bioclimatiche desiderate; può essere concomitante alla sua purificazione mediante filtraggio. La climatizzazione può avvenire sia in estate che in inverno dal momento che gli impianti possono emettere sia aria fredda, grazie al ciclo frigorifero, che aria calda.
  • Collettore, servizio
    Un dispositivo dotato di manometri e valvole manuali, utilizzato dal tecnico per la manutenzione degli impianti di refrigerazione.
  • Compressione adiabatica
    Comprime il gas refrigerante senza rimuovere o aggiungere calore.
  • Compressore
    Il compressore è una macchina operatrice pneumofora, ovvero una macchina che innalza la pressione di un aeriforme (gas o vapore) mediante l’impiego di energia meccanica che viene trasformata dal compressore in energia potenziale o energia di pressione.
    Può essere di tipo alternativo, a vite, centrifugo, Scroll o rotativo in funzione del sistema utilizzato per comprimere il gas. Può essere inoltre di tipo ermetico, semiermetico o aperto in funzione delle caratteristiche costruttive
  • Compressore a lobi
    I compressori a lobi sono caratterizzate da assenza di olio nella camera di compressione. Il corpo pompa si compone di rotori che ruotano senza contatto all’interno di uno statore. I rotori sono sincronizzati da una coppia di ingranaggi.
  • Compressore a spirale (scroll)
    I compressori scroll utilizzano due spirali, una fissa e l’altra mobile e accoppiata al motore. Le spirali sono assemblate in modo da rimanere in contatto l’una con l’altra nelle varie posizioni e formare, così, una serie di sacche sempre più sottili verso il centro. Il refrigerante viene compresso dalla periferia verso il centro grazie alla rotazione della spirale mobile che ruota all’interno di quella fissa.
  • Compressore a vite
    Il refrigerante in stato di vapore viene aspirato in un elemento a vite e trascinato lungo i due rotori. Il refrigerante viene compresso man mano che il volume tra i denti del rotore diminuisce in direzione dall’aspirazione alla mandata.
  • Compressore alternativo
    Nei compressori alternativi (o compressori a stantuffo) la compressione è operata da un pistone, in moto alternativo all’interno di un cilindro. Vengono utilizzati per comprimere piccole quantitative di fluido (meno di 0,6 m3/s) ad elevate pressioni (maggiori di 15 atm).
  • Compressore assiale
    Il compressore assiale è una turbomacchina operatrice a flusso assiale per comprimere dei gas, nella quale il gas scorre parallelamente all’asse di rotazione.
  • Compressore centrifugo
    Un compressore centrifugo, o compressore radiale, è una turbomacchina operatrice nella quale una girante posta in rapida rotazione fornisce energia ad un fluido comprimibile al fine di aumentarne la pressione.
  • Compressore dinamico
    Dove la compressione si ha per via della velocità che si riesce ad imprimere sul corpo.
  • Compressore scroll
    I compressori scroll sono compressori volumetrici rotanti che comprimono l’aria riducendone il volume.
  • Compressore senza olio
    Compressori a bassa manutenzione completamente privi di lubrificanti. In tal modo, i flussi di aria compressa sono privi d’olio.
  • Compressore volumetrico
    Dove la compressione è data da movimenti meccanici ben definiti. I compressori volumetrici aspirano un volume di gas indipendentemente dalle condizioni di aspirazione e di mandata (ovvero dalla pressione a monte ed a valle del compressore). Hanno in genere la caratteristica (che può essere un vantaggio o uno svantaggio) di avere portata direttamente proporzionale alla velocità di rotazione ed un rapporto di compressione indipendente da questa.
  • Condensatore
    Assorbe il calore del gas che evapora nell’evaporatore consentendo la condensazione. Negli impianti frigoriferi il condensatore è costituito da tubi alettati o da una serpentina contenenti un fluido refrigerante. Può essere raffreddato ad aria, ad acqua o a fascio tubiero.
  • Condensatore ad acqua
    Unità di condensazione che viene raffreddata mediante l’uso di acqua.
  • Condizionamento
    Trattamento termico dell’aria di un ambiente chiuso per riprodurre le condizioni bioclimatiche desiderate. Il ciclo frigorifero è il processo che produce l’emissione di aria fredda. Si ritiene che fu un ingegnere stanunitense, Willis Carrier, a inventare l’aria condizionata. Era il lontano 1902 e le necessità di controllo del tasso di umidità per non rovinare la qualità dei processi di stampa rappresentarono il motivo per cui l’americano arrivò a mettere a punto il sistema, che nel tempo subì i miglioramenti.
  • Condizione acida
    Condizione in cui il refrigerante e/o l’olio di refrigerazione sono stati contaminati dalla formazione di acidi. Tipicamente causato dall’umidità introdotta nel sistema a causa di un’errata evacuazione/disidratazione del sistema dopo essere stato aperto ed esposto all’atmosfera.
  • Condutture
    Tubi tondi o rettangolari o percorsi controllati che fungono da condotto per l’aria di ritorno, miscelata, di reintegro, di mandata o di scarico. L’aria di alimentazione è a valle del lato ad alta pressione della ventola. L’aria di ritorno è a monte dell’ingresso a bassa pressione del ventilatore.
  • Contenitore per filtro essicatore
    I contenitori dei filtri disidratatori sono progettati per installare una cartuccia che proteggere i sistemi di refrigerazione e condizionamento da particolato, umidità e acido. Il filtro disidratatore viene solitamente installato sulla linea del liquido davanti alla valvola di espansione o sulla linea di aspirazione davanti al compressore.
  • Contenuto di azoto
    Concentrazione di azoto disciolto nei flussi di gas.
  • Contenuto di ossigeno
    Concentrazione di ossigeno disciolto nei flussi di gas.
  • Controllo della pressione di testa
    Controllo a pressione che apre il circuito elettrico se la pressione laterale alta diventa eccessiva.
  • Controllo di flusso
    Il controllo di flusso adatta con precisione la quantità di aria compressa generata alle esigenze indicate controllando il motore del compressore.
  • Controllo di sicurezza
    Dispositivo utilizzato per spegnere elettricamente un’unità di refrigerazione quando esistono pressioni e/o temperature non sicure.
  • Controllo di sicurezza del motore
    Dispositivo elettrico utilizzato per aprire il circuito se la temperatura, la pressione e/o il flusso di corrente superano le condizioni di sicurezza.
  • Controllo limite
    Controllo utilizzato per aprire o chiudere i circuiti elettrici al raggiungimento dei limiti di temperatura o pressione.
  • Controllo remoto
    I sistemi di condizionamento di alta qualità possono essere controllati in remoto, sia a livello centralizzato che di singola unità. A seconda del tipo di unità, il controllo remoto può regolare la temperatura della stanza, la modalità (raffreddamento, riscaldamento, ventilazione, deumidificazione, automatica), livello del ventilatore e direzione dell’aria. Spesso sono integrati interruttori per la temporizzazione per programmare l’output. Sono disponibili controller a filo, a infrarossi, e centralizzati che possono essere controllati da console, touchscreen, software PC o internet.
  • Contropressione
    Pressione nel lato basso del sistema di refrigerazione; detta anche pressione di aspirazione o pressione laterale bassa.
  • COP
    Il Coefficient of Performance, descrive l’efficienza di una pompa di calore ed è espresso dal rapporto tra l’energia resa (calore ceduto al mezzo da riscaldare) ed energia elettrica consumata.
  • Correnti parassite
    Correnti indotte che scorrono in un nucleo.
D
  • DC Inverter
    Climatizzatore a corrente continua, in generale con migliori prestazioni, minore rumorosità dell’unità interna e minore rumorosità dell’unità esterna a regime rispetto ai climatizzatori standard.
  • Decibel (dB)
    Unità utilizzata per misurare l’intensità relativa dei suoni.
    Un decibel è uguale alla differenza approssimativa del volume normalmente rilevabile dall’orecchio umano, la cui gamma è di circa 130 decibel su una scala che inizia con uno per il suono più debole udibile. Il decibel è la decima parte del bel: 10 ㏈ = 1 B ed è un’unità di misura logaritmica del rapporto fra due grandezze omogenee.
    Il valore ottenuto da un logaritmo è per definizione un numero puro, ma vi può essere associata un’unità di misura per indicare la base del logaritmo utilizzato.
  • Densità
    La densità in fisica, per definizione, è data dal rapporto tra la massa e il volume ed è una grandezza che non va confusa con il peso specifico.
    Ogni sostanza è caratterizzata da un preciso valore di densità che si può calcolare considerando un campione di tale sostanza.
  • Deumidificatore
    Apparecchio che toglie l’eccessivo tasso di umidità dell’aria in un ambiente.
    Oltre a essere impiegato per migliorare le condizioni climatiche in ambienti che ospitano persone che non devono subire gli effetti dovuti all’alta umidità (in particolare chi soffre di problemi all’apparato cardiorespiratorio; anziani e bambini), può essere utilizzato come asciugatore per il bucato.
  • Deumidificazione
    Trattamento igrometrico dell’aria di un ambiente chiuso al fine di ridurne il tasso di umidità.
    Spesso le alte temperature sarebbero più sopportabili dal nostro organismo se il tasso di umidità fosse ridotto; di conseguenza non percepiremmo quella che chiamiamo afa, cioè quella sensazione di caldo soffocante che rende l’epidermide appiccicosa.
    Questo significa che la maggior parte delle volte è indispensabile innanzitutto deumidificare l’ambiente piuttosto che raffreddarlo
  • DFC – Free Cooling Dinamico
    Il DFC è una modalità di controllo per il sistema di raffreddamento GE, sviluppato in esclusiva per il CyberAir2, il sistema di condizionamento di precisione ibrido di STULZ. Il DFC assicura un controllo del clima interno preciso ed efficiente con un consumo energetico minimo.
    Il DFC combina il raffreddamento a compressore e il Free Cooling in quattro stadi e seleziona in automatico il sistema di funzionamento più economico: quando la temperatura esterna è bassa, il DFC raffredda con l’economico Free Cooling, mentre il compressore rimane spento.
    Se la temperatura esterna si alza, il DFC seleziona la modalità Free Cooling esteso, quindi accende il compressore a fasi. Con l’aiuto dell’unità standby, il controllo automatico bilancia le diverse unità in modalità carico parziale per un maggiore risparmio energetico.
  • Dilatazione terminca
    La dilatazione termica è un fenomeno di origine microscopica per il quale all’aumentare della temperatura corrisponde un aumento del volume dei corpi.
    A seconda della forma e delle dimensioni dei corpi si può distinguere tra dilatazione lineare, dilatazione superficiale e dilatazione volumica.
  • DIN EN ISO 9001
    Lo standard internazionale DIN EN ISO 9001 è un sistema di gestione della qualità (QMS) mirato a fare in modo che, da una parte, prodotti e servizi rispettino le aspettative dei clienti ed eventuali requisiti normativi e, dall’altra, la performance complessiva dell’azienda possa aumentare costantemente.
  • DIN ISO 7396-1:2016
    Lo standard DIN ISO 7396-1:2016 descrive i requisiti per la costruzione e l’installazione di un sistema di tubazione o approvvigionamento di generatori di ossigeno per l’utilizzo di gas medicali.
  • Direttiva sulla sicurezza degli impianti
    A seconda del diritto nazionale o della direttiva vigente, i recipienti in pressione sono soggetti, in conformità con la Direttiva CE 97/23, alla Direttiva sulla sicurezza degli impianti (BetrSichV).
  • Dispositivo di misurazione
    TXV, gruppo tubo capillare, valvola di espansione a pressione costante o orifizio a pistone a proiettile progettato per regolare il flusso di refrigerante liquido che entra nell’evaporatore.
    Crea una caduta di pressione per consentire al refrigerante liquido di bollire e assorbire il calore latente. Separa il lato alto del sistema dal lato basso (come fa il compressore).
  • DX – Espansione diretta
    Il tradizionale sistema di condizionamento a compressore, che genera freddo attraverso un circuito refrigerante chiuso con evaporatore, compressore, condensatore e valvola di espansione.
    L’evaporatore fa evaporare il refrigerante, assorbendo così calore.
    Il compressore aspira il gas refrigerante e lo comprime ad alta pressione.
    Il refrigerante torna liquido nel condensatore, liberando calore nel processo.
    La valvola di espansione consente al refrigerante di espandersi e il ciclo comincia da capo.
    Distinguiamo tra diversi sistemi di raffreddamento a seconda del tipo di condensatore (vedi anche Sistemi di raffreddamento).
E
  • Ebulatore
    Una sostanza solida appuntita o tagliente inserita in evaporatori di tipo allagato per migliorare l’evaporazione (ebollizione) del refrigerante nella serpentina.
  • Econimizer
    Un meccanismo che rimuove il gas flash dall’evaporatore.
  • EER
    L’Energy Efficiency Ratio di un climatizzatore esprime nel funzionamento a freddo l’efficienza come rapporto tra l’energia termica resa e quella elettrica assorbita.
  • Efficienza
    L’efficienza indica quanta potenza di calore o di raffreddamento la macchina sta producendo rispetto all’energia usata (elettricità o gas).
    I professionisti riconoscono il livello di efficienza dal valore COP.
    Le apparecchiature con efficienza energetica A, per esempio, hanno un COP di almeno 3.2; in altre parole, producono una capacità di raffreddamento di almeno 3.2 kW da 1 kW di energia elettrica.
    In carico parziale il COP può anche raggiungere tra i 4 e 5, poichè l’input energetico è ancora più basso rispetto all’output.
  • Elemento riscaldante del ricevitore
    Resistenza elettrica montata all’interno o attorno al ricevitore di liquido, utilizzata per mantenere la pressione di testa quando la temperatura ambiente è al punto di congelamento o al di sotto dello zero.
  • EN ISO 13485
    Lo standard EN ISO 13485 è un sistema di gestione completo per la progettazione e la fabbricazione di dispositivi medici, e descrive i requisiti specifici per i sistemi di gestione della qualità nel settore medico.
  • Energia
    L’energia è la grandezza fisica che misura la capacità di un corpo o di un sistema fisico di compiere lavoro, a prescindere dal fatto che tale lavoro sia o possa essere effettivamente svolto.
  • Entalpia
    L’entalpia è una funzione di stato di un sistema ed esprime la quantità di energia che esso può scambiare con l’ambiente.
    Ad esempio, in una reazione chimica, l’entalpia scambiata dal sistema consiste nel calore assorbito o rilasciato nel corso della reazione.
    In un passaggio di stato, come la trasformazione di una sostanza dalla sua forma liquida a quella gassosa, l’entalpia del sistema è il calore latente di evaporazione.
  • Entropia
    L’energia di un sistema è una proprietà che possiamo utilizzare per decidere se un determinato stato è raggiungibile o meno.
    Ma c’è un modo per sapere se un determinato stato è raggiungibile spontaneamente?
    Ci dovrebbe essere una proprietà che sia in grado di comportarsi come un indicatore di una trasformazione naturale e spontanea, che possa avvenire senza interventi esterni.
    Una tale proprietà esiste ed è l’entropia.
    L’entropia può essere definita in questo modo: consideriamo due stati particolari di un sistema isolato, che chiameremo stato A e stato B; se l’entropia è maggiore nello stato B allora questo può essere raggiunto spontaneamente dallo stato A del sistema.
    Viceversa, lo stato A non può essere raggiunto spontaneamente dallo stato B del sistema, cioè non lo possiamo raggiungere senza rompere l’isolamento del sistema.
    L’entropia di un sistema quindi aumenta ogni qual volta che avviene una trasformazione spontanea, mentre può diminuire nel caso di una trasformazione non spontanea, che però, proprio perché non spontanea, rompe l’isolamento del sistema.
    Se consideriamo l’intero Universo, dove non possono avvenire trasformazioni non spontanee (altrimenti dovremmo ammettere un altro sistema esterno all’Universo, ma noi con il termine Universo intendiamo “tutto ciò che esiste”), l’entropia non diminuisce mai, ma aumenta sempre. Anche il concetto di entropia quindi afferma l’asimmetria della natura, e può quindi essere visto come un altro aspetto del Secondo Principio della Termodinamica.
  • Essicatore d’aria compressa
    L’aria contiene molto vapore ad alte temperature e meno a basse temperature.
    Se l’aria viene compressa, aumenta la concentrazione di vapore acqueo.
    Gli essiccatori ad aria compressa riducono il vapore acqueo nell’aria compressa.
  • Essicatore refrigerante
    Gli essiccatori refrigeranti raffreddano l’aria compressa per far condensare altra acqua e separarla.
  • Essicazione per assorbimento
    L’essiccazione per absorbimento è un processo chimico in cui il vapore acqueo si lega al materiale di absorbimento.
  • Ethernet
    Ethernet è una tecnologia di rete a commutazione di pacchetto che definisce l’indirizzamento e il controllo di accesso su vari supporti di trasmissione.
  • Evaporatore
    Convoglia il gas liquido che arriva dal condensatore attraverso il capillare o la valvola.
    Sottraendo calore dall’aria che attraversa l’evaporatore, il liquido refrigerante evapora mantenendo la pressione costante.
  • Evaporatore
    E’ lo scambiatore dove il refrigerante evapora dalla forma liquida a quella gassosa, sottraendo calore all’altro fluido, quindi raffreddandolo, sia esso aria, acqua o miscele incongelabili.
F
  • Fahrenheit (F)
    Il grado Fahrenheit è l’unità di una scala di misura della temperatura così chiamata in onore del fisico tedesco Daniel Gabriel Fahrenheit, che la propose nel 1724.
    La conversione in gradi centigradi (°C) si ottiene con la formula: °C = 5/9 ( F – 32 ).
  • Farad
    Unità di capacità elettrica; capacità di un condensatore che, caricato con un coulomb di elettricità, dà una differenza di potenziale di un volt.
  • Filtro
    Dispositivo per la rimozione di piccole particelle da un fluido.
  • Filtro per l’olio
    I filtri olio sono progettati per proteggere i componenti del circuito dell’olio da sporco e altri contaminanti.
    Possono essere utilizzati con qualsiasi tipo di refrigerante e olio.
  • Fluido refrigerante
    Tipo di miscela refrigerante utilizzata nel sistema di climatizzazione / condizionamento.
    Per ridurre l’impatto ambientale occorre che il fluido refrigerante non contenga elementi dannosi; le norme di legge ammettono miscele quali l’R134, l’R407C e l’R410A.
  • Forza
    Una forza è una grandezza fisica vettoriale che si manifesta nell’interazione reciproca di due o più corpi sia a livello macroscopico, sia a livello delle particelle elementari.
  • Free Colling diretto
    I sistemi di condizionamento con Free Cooling Diretto usano l’aria esterna quando la temperatura di questa è bassa.
    L’aria in entrata è regolata da un flap. Quando la temperatura esterna aumenta, il sistema di condizionamento commuta gradualmente al raffreddamento a compressore (Mixed Mode) fino ad arrivare al raffreddamento a circuito chiuso puro, in cui l’aria viene semplicemente fatta ricircolare internamente.
    Il consumo energetico è considerevolmente più altoin quest’ultima modalità che per questo viene impiegato solo nei giorni più caldi. Il Free Cooling Diretto è usato nelle strutture ICT con carichi termici più bassi – nelle stazioni base per le reti di telefonia mobile, per esempio (vedi anche Free Cooling Indiretto).
  • Free cooling indiretto
    Al contrario del Free Cooling Diretto, che usa “direttamente” l’aria esterna per il raffreddamento, il Free Cooling Indiretto trasferisce il freddo attraverso un sistema di tubazioni contenenti una miscela acqua-glicole, raffreddata da uno scambiatore di calore con l’aria esterna.
    I sistemi di condizionamento con Free Cooling Indiretto possono essere configurati con grande flessibilità e hanno particolare efficienza energetica (vedi Free Cooling diretto).
  • Frequenza
    Frequenza In senso relativo, il numero di volte che un fatto si ripete in un dato tempo. Anche, la presenza più o meno numerosa e regolare di cose (meno di persone o animali) in un determinato luogo.
    La frequenza viene misurata in hertz (Hz), un’unità di misura internazionale in base alla quale 1 hertz equivale a 1 ciclo al secondo. Hertz (Hz): 1 hertz equivale a 1 ciclo al secondo.
  • Frig/h (Kcal/h)
    Unità di misura del calore usata nel gergo tecnico comune, una frigoria equivale ad una Kilocaloria e indica il calore sottratto ad un corpo; come convenzione si attribuisce alla frigoria un segno negativo: 1 frigoria = – 1 kcal. 0,860frig/h = 1Watt = 3,413BTU.
  • Frigorifero ad assorbimento
    Frigorifero che crea basse temperature sfruttando l’effetto di raffreddamento che si forma quando un refrigerante viene assorbito da una sostanza chimica.
  • Funzionalità di rete
    Predisposizione di diagnostica e controllo in remoto tramite il Touch Control Panel.
G
  • Gas
    Fase vapore o stato di una sostanza.
    Un gas è un aeriforme la cui temperatura è superiore alla temperatura critica; di conseguenza, i gas non possono essere liquefatti senza prima essere raffreddati, al contrario dei vapori.
    Un gas è un fluido che non ha volume proprio (tende a occupare tutto il volume a sua disposizione) e che è facilmente comprimibile.
  • Generatore di aria compressa (compressore)
    Compressori utilizzati per la compressione e il convogliamento di gas in varie condizioni di pressione.
    In un compressore a velocità controllata, il volume del flusso viene controllato cambiando il numero di giri del motore.
  • GWP
    Potenziale di riscaldamento globale (Global Warming Potential).
H
  • Hertz
    L’hertz (simbolo Hz) è l’unità di misura del Sistema Internazionale della frequenza. Prende il nome dal fisico tedesco Heinrich Rudolf Hertz che portò importanti contributi alla scienza, nel campo dell’elettromagnetismo.
    Tale unità di misura può essere applicata a qualsiasi evento periodico.
    Un hertz equivale a un impulso al secondo, per cui, per esempio, si può dire che il ticchettio di un orologio ha una frequenza di 1 Hz.
    Nelle vecchie pubblicazioni si trova l’unità equivalente cicli per secondo (cps).
  • HGWP
    Potenziale di riscaldamento globale degli idrocarburi alogenati (Halocarbon Global Warming Potential).
I
  • Igrometro
    Dispositivo utilizzato nella misurazione dell’umidità relativa.
    L’evaporazione dell’umidità abbassa la temperatura del bulbo umido rispetto alla temperatura del bulbo secco nella stessa area.
  • Impianti di generazione di azoto
    Generatore a inversione di pressione o generatore a membrana per la generazione di azoto.
  • Impianti speciali
    Impianti di generazione di azoto / generazione di ossigeno appositamente progettati e fabbricati per applicazioni OFFSHORE od ONSHORE.
  • Impianto di generazione di ossigeno
    Generatore a inversione di pressione o generatore a membrana per la generazione di ossigeno.
  • Indicazione delle ore di esercizio
    Indicazione della durata dell’esercizio del generatore di pressione oscillante.
  • Intervallo
    Impostazioni di pressione o temperatura di un controllo; cambiamento entro i limiti.
  • Inverter
    E’ il dispositivo elettronico di cui è dotata la pompa, esso aumentando o diminuendo il regime di rotazione del compressore permette la modulazione della potenza termica erogata dalla macchina in maniera proporzionale ai carichi termici da abbattere.
  • Ionizzatore
    Riproduce la sensazione di freschezza e purezza dell’aria di montagna dipendente dalla concentrazione di ioni negativi nell’ossigeno, il suo effetto agisce positivamente sulla biochimica umana, aumentando la sensazione di benessere.
  • Isoentalpica
    Una trasformazione isoentalpica o processo isoentalpico è un processo che procede senza nessun cambiamento nell’entalpia, H.
  • Isoentrpica
    In termodinamica, una trasformazione isoentropica è una trasformazione che avviene a entropia costante.
    La trasformazione isoentropica è un caso ideale, un caso limite.
  • Isolamento
    Qualsiasi materiale o sostanza che ha la capacità di ritardare il flusso o il trasferimento di calore.
  • Isotermica
    In termodinamica una trasformazione isotermica è una trasformazione termodinamica a temperatura costante, ossia una variazione dello stato di un sistema fisico durante la quale la temperatura del sistema non varia nel tempo.
J
  • Joule
    Il joule è un’unità di misura del Sistema internazionale.
    Il joule è l’unità di misura dell’energia, del lavoro e del calore, e dimensionalmente è kg·m²/s² = 1 N·m = 1 W·s. Prende il nome da James Prescott Joule.
  • Junction box
    Gruppo di terminali elettrici alloggiati in box o contenitori protettivi.
K
  • Kelvin
    Il kelvin è un’unità di misura della temperatura che appartiene alle sette unità base del sistema internazionale di unità di misura.
    La scala Kelvin ha la caratteristica di non presentare valori negativi e infatti la scala inizia dal cosiddetto zero assoluto.
    In questa scala la temperatura di fusione del ghiaccio vale 273 K e la temperatura di ebollizione dell’acqua distillata è di 373 K.
L
  • Lavoro
    In fisica, il lavoro è l’energia scambiata tra due sistemi quando avviene uno spostamento attraverso l’azione di una forza, o una risultante di forze, che ha una componente non nulla nella direzione dello spostamento.
    Pertanto, ha le dimensioni di una forza applicata lungo una determinata distanza.
  • Legge di OHM
    Relazioni matematiche tra tensione, corrente e resistenza in un circuito elettrico, scoperta da George Simon Ohm.
    Si esprime come segue: tensione (E=Ampere (I) x Ohm (R); oppure E = I x R.
  • Legge di Pascal
    Una pressione imposta su un fluido viene trasmessa equamente in tutte le direzioni.
  • Liquido
    In fisica, di un corpo fluido che, fissata la temperatura, conserva il proprio volume, ma tende a deformarsi, assumendo più o meno rapidamente la forma del recipiente in cui è posto (contrapposto a solido e a gassoso).
  • Luce di prova
    Luce dotata di puntali, utilizzata per testare o sondare i circuiti elettrici per determinare se sono vivi.
M
  • M³/h
    Metri cubi standard di azoto od ossigeno per ora, che si riferiscono ad una pressione di 1,013 bar, una temperatura di 20 °C e un’umidità relativa del 36%.
  • Manometro
    Un dispositivo costruito per contenere manometri composti e ad alta pressione contenenti valvole manuali per controllare il flusso. Strumento per la misura della pressione di gas e vapori.
    La pressione del gas è bilanciata rispetto alla colonna di liquido come il mercurio, in un tubo a forma di U.
  • Massa
    La massa è una grandezza fisica propria dei corpi materiali che ne determina il comportamento dinamico quando sono soggetti all’influenza di forze esterne.
    La MASSA è la quantità di materia contenuta in un oggetto.
    È una caratteristica intrinseca dell’ oggetto, cioè non cambia.
    È una grandezza fondamentale e la sua unità di misura nel S.I. è il kilogrammo (kg).
  • Membrana a fibra cava
    Modulo di membrana che, per mezzo della tecnologia a fibra cava, estrae ossigeno, umidità e anidride carbonica dall’aria compressa come gas residuo.
  • Miscelatore del gas
    Dispositivo per la miscelazione mirata dei diversi flussi di gas.
  • Misuratore di portata
    Dispositivo di misurazione per la determinazione della portata del generatore di inversione di pressione.
  • Misurazione di analisi
    Misurazione del contenuto di ossigeno residuo all’uscita del generatore di pressione oscillante.
  • Modbus
    Il protocollo Modbus è un protocollo di comunicazione per sistemi di comando a memoria programmabile basato su un’architettura master/slave o client/server. Ne esistono due versioni: una per la porta seriale (EIA-232 e EIA-485) e una per ethernet.
  • Molecole
    Particelle elettricamente neutre composte da due o più atomi.
    Sono le particelle più piccole, che conservano le proprietà della sostanza di base.
  • Monosplit
    Sistema di climatizzazione composto da un’unità interna da installare a parete o a pavimento e da un’unità esterna da installare sul balcone o su un giardino, ecc. per la climatizzazione di un unico ambiente.
  • Motore ad induzione
    Un motore a corrente alternata che funziona secondo il principio del campo magnetico rotante.
    Il rotore non ha connessione elettrica, ma riceve energia elettrica dall’azione del trasformatore dagli avvolgimenti di campo.
  • Motore PSC
    Motore dal design ad alta efficienza utilizzato praticamente su tutte le apparecchiature HVAC e R odierne che richiedono motori oltre 1/10 CV.
    Un aggiornamento dai motori di design Shaded Pole.
    Vedere Condensatore, Motore in funzione.
  • Multisplit
    Sistema di climatizzazione composto da due o più unità interne da installare a parete o a pavimento e da un’unità esterna da installare sul balcone, terrazza o un giardino, ecc. per la climatizzazione di due o più ambienti. Ciascuna unità interna è gestibile separatamente dall’altra.
N
  • Neutralizzante
    Sostanza usata per contrastare gli acidi, negli impianti frigoriferi.
  • Newton (N)
    Il newton (simbolo: N) è l’unità di misura della forza; fa parte delle unità di misura derivate del Sistema internazionale di unità di misura (SI).
    1 newton viene definito come il rapporto tra il prodotto di 1 chilogrammo per 1 metro e 1 secondo al quadrato, ossia: 1 N = (1 kg · 1 m)/(1 s2).
  • Nm³/h
    Metri cubi standard di azoto od ossigeno per ora, che si riferiscono ad una pressione di 1,01325, a una temperatura di 0 °C e, nel caso dell’aria, a un’umidità relativa dello 0%. Questi dati si basano sul DIN 1343.
O
  • ODP
    Potenziale di riduzione dell’ozono (Ozone Depletion Potential).
  • Ohm
    L’ohm (simbolo Ω) è l’unità di misura della resistenza elettrica nel Sistema Internazionale.
    Il suo nome deriva da quello del fisico tedesco Georg Simon Ohm scopritore dell’omonima legge di Ohm.
    L’ohm è l’unità di misura anche dell’impedenza e della reattanza.
    Un resistore ha resistenza pari ad 1 ohm quando una differenza di potenziale ai suoi capi pari ad un volt genera una corrente di intensità pari ad un ampere.
  • Ohmometro
    Uno strumento per misurare la resistenza in ohm.
  • Ossigeno
    L’ossigeno è un gas incolore e inodore necessario per i processi di combustione e corrosione.
    Si presenta sotto forma di un legame di due atomi di ossigeno ed è un componente dell’aria al 20,94%.
P
  • Pascal
    Il principio di Pascal, detta anche legge di Pascal, è una legge che descrive il comportamento dei fluidi e stabilisce che la pressione esercitata su un fluido viene trasmessa inalterata in ogni punto del fluido e sulla superficie del suo contenitore.
    La formula generale per calcolare la pressione esercitata da un corpo su una superficie è: P (pressione) = F (forza applicata) / S (superficie di applicazione).
    Ad esempio, una scatola che pesa 3kg con area di base uguale a 10dm^2 (0,1 m^2) eserciterà una pressione di: P = F/S = 3*9,8 / 0,1 = 300 Pa.
  • Pistone
    Parte chiusa che si muove su e giù in un cilindro.
  • PNC Technologie
    Tecnologia PNC per un’elevata efficienza e una purezza stabile anche a carico parziale.
  • Polo di campo
    Parte dello statore del motore che concentra il campo magnetico dell’avvolgimento di campo.
  • Pompa di calore
    Gli apparecchi di climatizzazione con inverter sono in grado di produrre anche aria calda Per produrre il caldo il processo del ciclo del freddo si inverte.
    Quindi viene soffiata aria calda nell’ambiente perché all’esterno viene emessa quella fredda, mentre quando si desidera raffreddare l’ambiente accade esattamente il contrario.
    L’efficienza della pompa di calore e, più in generale, dell’impianto di climatizzazione impiegato per il riscaldamento o raffrescamento dipende dalla temperatura esterna; tendenzialmente più questa è bassa e meno è possibile esigere aria molto calda.
  • Pompa per vuoto
    Dispositivo speciale ad alta efficienza (pompa) utilizzato per creare il vuoto profondo all’interno di un sistema AC/R, allo scopo di rimuovere l’umidità (disidratazione), rimuovere le incondensabili e può essere utilizzato anche per il controllo delle perdite.
  • Portata
    Indica quanto volume per determinato lasso di tempo passa attraverso una determinata sezione trasversale (chiamato anche tasso di flusso).
  • Potenza
    La potenza, nella fisica, è definita operativamente come l’energia trasferita nell’unità di tempo.
    Dire che un macchinario ha un’alta potenza vuol dire che riesce a trasferire una grande quantità di energia in un brevissimo intervallo di tempo.
    L’unità di misura della potenza è il watt simbolo W. 1 W pertanto corrisponde al lavoro di 1 J svolto in 1 secondo.
  • Potenza elettrica
    La potenza elettrica media di un conduttore collegato a un circuito percorso da corrente è definita come rapporto tra l’energia dissipata dal conduttore e l’intervallo di tempo.
    Solitamente possiamo definire la potenza di un apparato elettrico come il prodotto della tensione alla quale è connesso (V) e l’intensità della corrente che lo attraversa (I).
    Il risultato è P = V * I, senza dubbio la versione più conosciuta della potenza elettrica. Didascalia: Q la carica elettrica misurata in Coulomb.
  • Potenza frigorifera (BTU)
    La capacità di raffreddamento, o la potenza dell’impianto, è espressa in BTU/h (British Thermal Unit all’ora; 3,413 BTU = 0,860 Kcal/h = 1 Watt e 1 frigoria/h = 4 BTU/h) e descrive la capacità di cedere / assorbire il calore in un’ora (es. 7.000 + 12.000).
    È chiaro che più alto è il valore BTU/h più un climatizzatore è potente,
    È inutile acquistare apparecchi con una capacità sottodimensionata o sovradimensionata.
    La potenza frigorifera non è da confondere con la potenza refrigerante e la potenza di riscaldamento, che sono misurate in kW.
  • Potenza frigorifera sensibile
    La potenza frigorifera generata dai condizionatori è in parte latente e in parte sensibile.
    La potenza frigorifera sensibile abbassa la temperatura, mentre quella latente deumidifica l’aria.
    Le unità comfort usano fino al 50% della loro energia per la deumidificazione, mentre le unità di precisione convertono più del 95% dell’energia usata esclusivamente come potenza frigorifera.
    La tecnologia necessaria per raggiungere questo è presto ripagata dai minori costi di funzionamento.
  • Power Usage Effectiveness
    Il consorzio IT internazionale “The Green Grid” usa il PUE per offrire un approccio completo transnazionale nel determinare il rendimento energetico totale di un Data Center.
    Questo indice è diventato uno standard globalmente riconosciuto e serve per evidenziare il successo dei processi di ottimizzazione che riducono il consumo di energia dei Data Center.
    Il PUE è calcolato dividendo il consumo totale di energia del Data Center (in kW/h) per il consumo apparecchiature IT (server, sistemi di storage e hardware di rete).
    La cifra che risulta da questo calcolo è il valore di PUE e dovrebbe essere da compreso tra 1.0 e 2.0.
    Un valore di 2 significa che l’uso dell’aria condizionata e dei gruppi di continuità (infrastrutture fisiche) consumano il doppio dell’energia dell’attrezzatura informatica utilizzata (carico IT).
  • PPM
    Parti (ppm – parts per million) di ossigeno residuo.
  • Pressione
    La pressione in fisica è una grandezza che misura l’azione della forza, esercitata su una superficie, rispetto all’unità di superficie su cui viene esercitata.
    La pressione viene misurata in pascal e riveste un’importanza fondamentale nello studio dei fluidi.
  • Pressione acustica
    La pressione acustica è espressa in decibel o db(A) ed è la misura della rumorosità di funzionamento.
    Più basso il valore, più silenzioso è il sistema di condizionamento in funzione.
    In condizionatori particolarmente silenziosi, la pressione acustica è solo leggermente più alta del fruscio di un foglio di carta, circa 25 db(A).
  • Pressione assoluta
    Pressione relativa più pressione atmosferica (14,7 libbre per pollice quadrato).
  • Pressione di testa
    Pressione che esiste nel lato di condensazione del sistema di refrigerazione.
  • Pressione dinamica
    La pressione dinamica è la componente dinamica della pressione di un fluido in moto, ovvero indica l’incremento di pressione derivante dalla energia cinetica del fluido.
    E’ la densità misurata in [kg/m3] e u la velocità di flusso (nel SI si esprime in [m/s]).
  • Pressione idrostatica
    La pressione idrostatica è la forza esercitata da un fluido in quiete sull’unità di superficie con cui è a contatto normalmente a essa.
    Essendo h l’altezza della colonna di liquido, la pressione alla profondità h sarà: p = P/S = ρ g h (legge di Stevino).
    Tale legge ci permette di calcolare quindi la pressione idrostatica, ovvero la pressione alla profondità h dovuta soltanto al peso del liquido.
  • Pressione statica
    La pressione statica e la pressione dinamica vanno misurate nel medesimo punto nello stesso istante di tempo.
    Questa condizione costituisce un notevole problema per gli strumenti di misura che basano il loro funzionamento sulla definizione di pressione totale, come ad esempio il tubo di Pitot.
  • Prevalenza statica
    Pressione del fluido espressa in termini di altezza della colonna del fluido, come acqua o mercurio.
  • Prevalenza velocità
    Nel fluido che scorre, altezza del fluido equivalente alla sua pressione di velocità.
  • Procedura remote control
    Elaborazione remota in tutto il mondo dei dati misurati e registrati da postazioni computer o dispositivi mobili.
  • Processo adiabatico
    Una trasformazione di stato termodinamica in cui non avviene alcuno scambio termico e di massa con l’esterno del sistema.
    In un processo adiabatico, una compressione ha come risultato un riscaldamento e una espansione un raffreddamento del sistema.
  • Processo di assorbimento
    Procedura fisica per la separazione di molecole di azoto e ossigeno.
  • PROFIBUS
    PROFIBUS (Process Field Bus) è un bus di campo universale che consente la comunicazione di dispositivi di produttori diversi senza particolari personalizzazioni dell’interfaccia.
    Profibus definisce le caratteristiche tecniche con cui differenti dispositivi di automazione digitale possono essere collegati.
  • PROFINET
    Profinet (Process Field Network) è lo standard industriale ethernet aperto di Profibus & Profinet International (PI) per l’automazione. Profinet utilizza standard TCP/IP e IT, è abilitata al real-time ethernet e consente l’integrazione di sistemi Field Bus.
  • Prova della fiamma per perdite
    Strumento che è principalmente una torcia e quando una miscela aria-refrigerante viene alimentata alla fiamma, questa fiamma cambierà colore in presenza di rame riscaldato.
  • PSA Technologie
    Pressure Swing Adsorption Technology (in italiano tecnologia di assorbimento a pressione oscillante) per la separazione di molecole di azoto e molecole di ossigeno con un setaccio molecolare del carbone attivo o un setaccio molecolare della zeolite (consente una produzione costante di azoto od ossigeno ad elevata purezza).
  • Psicometro
    Strumento utilizzato per determinare la temperatura a bulbo umido e l’umidità relativa.
    La combinazione di UR e temperatura a bulbo secco produrrà calore totale.
  • Punto di rugiada
    In meteorologia si usa parlare di punto di rugiada (inglese dew point) la quota alla quale bisogna portare una massa d’aria (o meglio la miscela di aria e vapore), a pressione costante, per farla divenire satura di vapore d’acqua.
    Per determinare il valore della temperatura di rugiada (Tdew, dall’inglese dew point) sul diagramma psicrometrico è necessario intersecare le due linee dei valori di temperatura (Tv, °C) e umidità relativa dell’aria (Y, %), sulla curva di saturazione (umidità 100%),
    Il punto di rugiada di mostra il contenuto di acqua nell’aria compressa.
    Indica la temperatura a cui il vapore acquo inizia a condensare.
    Un punto di rugiada basso indica sempre un basso contenuto d’acqua dell’aria compressa.
  • Punto triplo
    Triplo, punto fisica in termodinamica, con riferimento a un diagramma di stato pressione-temperatura, punto corrispondente allo stato in cui le tre fasi (solida, liquida e aeriforme) di una determinata sostanza coesistono in condizioni di equilibrio.
  • Purificatore
    Apparecchio che toglie ogni contaminazione dell’aria di un ambiente chiuso.
    L’uso dei purificatori è raccomandato nei casi di allergie, asma e problemi di respiratori poiché sono in grado di filtrare l’aria per sottrarre polvere, micropolveri dello smog, pollini, batteri, microrganismi e altre particelle dannose.
R
  • R1234yf
    Il refrigerante R 1234yf è un HFO sintetico pensato come successore del refrigerante R 134a negli impianti di condizionamento dei veicoli.
    Il suo potenziale di riscaldamento globale è molto basso.
    Trattandosi di un gas mediamente infiammabile il retrofit dei sistemi esistenti che utilizzano il refrigerante R 134a non è raccomandato.
  • R1234ze
    Il refrigerante R1234ze è un refrigerante HFO sintetico leggermente infiammabile.
    Il suo potenziale di riscaldamento globale (GWP) è estremamente basso.
    Può essere considerato una possibile alternativa al refrigerante R 134a nelle applicazioni a medio/alta temperatura.
    Il refrigerante R 1234ze può essere utilizzato in nuovi sistemi o per il retrofit di sistemi esistenti.
  • R125
    Il prodotto R 125 è un gas refrigerante HFC, utilizzato come componente di miscele refrigeranti per applicazioni ad alta, media e bassa temperatura.
  • R1270
    Propene
  • R134A
    Il refrigerante R 134a è un HFC con potenziale ODP non rilevante utilizzabile sia puro sia in miscela.
    E’ considerato uno dei principali prodotti sostitutivi dei refrigeranti CFC e HCFC; può essere utilizzato a medio-alte temperature.
    Per la sua efficienza energetica e la sua capacità frigorigena, il refrigerante R 134a è considerato una possibile alternativa del refrigerante R 12 in un’ampia gamma di applicazioni.
  • R290
    Il refrigerante R 290 (propano) è un idrocarburo HC incolore e inodore e può essere utilizzato come sostituto del refrigerante R 22 in applicazioni di alta, media e bassa temperatura.
    Presenta GWP (Global Warming Potencial) contenuto. Considerato un refrigerante naturale, può essere utilizzato sia puro sia in miscela con altri HFC nella sostituzione dei clorofluorocarburi.
    Inoltre, può essere utilizzato sia in impianti di nuova generazione che in impianti da convertire.
  • R32
    Il refrigerante R 32 è un HFC utilizzato come componente di miscele refrigeranti per applicazioni a bassa temperatura.
    Le caratteristiche di infiammabilità del refrigerante R 32 ne permettono l’uso solo in nuovi impianti, specificamente progettati per il refrigerante R 32.
  • R404A
    Il refrigerante R 404A è un HFC costuito da una miscela di HFC 143a, HFC 125 e HFC 134a.
    Per le sue proprietà fisiche e termodinamiche, è una possibile alternativa al refrigerante R 502, pur non essendo considerato un “drop-in”.
    Essendo una sostanza zeotropica si ricorda che in fase di vapore si altera la composizione della miscela con possibili conseguenze sull’impianto, è quindi necessario eseguire il carico della miscela esclusivamente in fase liquida.
  • R407A
    Il refrigerante R 407A è una miscela costituita da HFC 32, HFC 125 e HFC 134a. Simile per capacità ed efficienza, è una possibile alternativa del refrigerante R 22, pur non essendo un “drop-in” diretto.
    Non è ritenuto essere dannoso per l’ozono.
    Essendo una sostanza zeotropica si ricorda che in fase di vapore si altera la composizione della miscela con possibili conseguenze sull’impianto, è quindi necessario eseguire il carico della miscela esclusivamente in fase liquida.
  • R407C
    Il refrigerante R 407C è una miscela costituita da HFC 32, HFC 125 e HFC 134a. Simile per capacità ed efficienza, è una possibile alternativa del refrigerante R 22, pur non essendo un “drop-in” diretto.
    Non è ritenuto essere dannoso per l’ozono.
    Essendo una sostanza zeotropica si ricorda che in fase di vapore si altera la composizione della miscela con possibili conseguenze sull’impianto, è quindi necessario eseguire il carico della miscela esclusivamente in fase liquida.
  • R425B
    Il refrigerante R 452B è una miscela zeotropica leggermente] infiammabile.
    Ha un ODP non rilevante e può essere considerato come una possibile alternativa al refrigerante R 410A.
    Ha buone proprietà termodinamiche comparate al refrigerante R 410A, le caratteristiche di infiammabilità del refrigerante R 452B ne permettono l’uso solo in nuovi impianti specificamente progettati per il refrigerante R 452B.
  • R507
    Il refrigerante R 507 è una miscela HFC costituita da HFC 125 e HFC 143a. È una sostanza con ODP non rilevante e può essere considerata una possibile alternativa al refrigerante R 22 e al refrigerante R 502 sia nei nuovi sistemi che in quelli da convertire.
  • R600
    Il refrigerante R 600a (isobutano) è un idrocarburo HC incolore e inodore che può essere utilizzato come sostituto dei refrigeranti R 12, R 22 e R 134a in applicazioni di alta e media temperatura.
    Presenta GWP (Global Warming Potential) contenuto.
    Considerato un refrigerante naturale può essere utilizzato sia puro sia in miscela con altri HFC nella sostituzione dei clorofluorocarburi.
    Inoltre, può essere utilizzato sia in impianti di nuova generazione che in impianti da convertire.
  • R717
    L’ammoniaca anidra (NH3) è stata uno dei primi refrigeranti utilizzati per il funzionamento degli impianti frigoriferi.
    L’ammoniaca offre eccellenti proprietà quali calore latente di evaporazione elevato, ODP non rilevante e GWP (Global Warming Potencial) pari a 0.
    È particolarmente indicata come fluido refrigerante in applicazioni a media-bassa temperatura e in impianti di grandi dimensioni con circuito a fluido secondario.
  • R744
    Il refrigerante R744 è un refrigerante naturale.
    Il suo potenziale di riscaldamento globale (GWP) è estremamente basso.
    Ha proprietà termodinamiche tali da renderlo una possibile alternativa in molteplici applicazioni a bassa, media ed alta temperatura.
    Il refrigerante R 744 è utilizzato in impianti specificamente progettati per il refrigerante R 744, pertanto, non è consigliato per il retrofit di impianti esistenti.
  • Radiazione
    Con radiazione, in fisica, si indica generalmente l’insieme di fenomeni caratterizzato dal trasporto di energia nello spazio: tipici esempi di radiazioni sono la luce ed il calore.
  • Rankine – Ciclo
    Il ciclo di Rankine creato da William Rankine è un ciclo termodinamico endoreversibile composto da due isoentropiche e due isobare.
    Il suo scopo è quello di trasformare il calore in lavoro.
    È alla base del funzionamento del motore a vapore di qualsiasi tipo.
  • Refrigerante
    Il refrigerante, un fluido di trasporto che convoglia il calore nella stanza dall’unità interna a quella esterna, è un componente standard di ogni sistema di condizionamento.
    I refrigeranti possono essere classificati in 3 famiglie principali: fluidi organici puri: acqua, ammoniaca, CO2, ecc. idrocarburi: butano, isobutano, propano, propilene, ecc. idrocarburi alogenati: clorofluorocarburi (CFC), idrofluorocarburi (HFC) e idroclorofluorocarburi (HCFC) e perfluorocarburi (PFC).
  • Refrigeranti ad alogenuri
    Famiglia di refrigeranti contenenti sostanze chimiche alogenate.
  • Refrigeranti CFC
    Sono idrocarburi che non presentano alcun atomo di idrogeno, e non sono più utilizzati a causa della loro dannosità per lo strato di ozono stratosferico (dannosità dovuta esclusivamente al cloro); i CFC (completamente clorurati o fluorurati) sono comunemente gas incolori, senza odore o con debole odore di etere, ininfiammabili, chimicamente stabili, senza alcuna azione tossica.
  • Refrigeranti HCFC
    Idroclorofluorocarburi: rispetto ai CFC presentano idrogeno e quindi meno cloro; sono dunque meno pericolosi per lo strato di ozono, ma anche questi gas non sono più impiegati; questi composti, contenenti almeno un atomo di idrogeno, sono più tossici rispetto agli omologhi CFC.
  • Refrigerare
    Ridurre la temperatura di un alimento rimanendo comunque sopra i 0°.
  • Refrigeratore ad assorbimento
    Un refrigeratore che utilizza una soluzione di salamoia e acqua per fornire refrigerazione senza l’ausilio di un compressore.
  • Refrigerazione
    Lo spostamento del calore da un luogo indesiderabile a quello di un luogo in cui la sua presenza è meno indesiderabile.
  • Regolatore ciclo di refrigerazione
    Il controller di refrigerazione è progettato per controllare il surriscaldamento, la temperatura ambiente, il ciclo di sbrinamento e la ventola.
  • Regolatore di velocità del ventilatore
    Il regolatore di velocità dei ventilatori è progettato per l’installazione su unità di refrigerazione al fine di mantenere un determinato livello di pressione di condensazione nell’impianto variando la velocità dei ventilatori del condensatore mediante regolazione della tensione.
  • Regolatore elettronico livello dell’olio
    Regolatore elettronico del livello dell’olio progettato per l’installazione nel circuito di distribuzione dell’olio delle stazioni di compressione per controllare e mantenere il livello dell’olio nel basamento del compressore e per dare un segnale di allarme e disconnettere il compressore in caso di incidente o basso livello dell’olio nel basamento.
    Il funzionamento del controllo elettronico del livello dell’olio è basato sull’elettromeccanica e utilizza il sensore ad effetto hall come elemento sensibile che consente di eliminare i falsi allarmi e di controllare efficacemente il livello dell’olio nel basamento del compressore.
  • Resistenza elettrica
    La resistenza elettrica è una grandezza fisica scalare che misura la tendenza di un corpo ad opporsi al passaggio di una corrente elettrica, quando sottoposto ad una tensione elettrica.
    Questa opposizione dipende dal materiale con cui è realizzato, dalle sue dimensioni e dalla sua temperatura.
    Uno degli effetti del passaggio di corrente in un conduttore è il suo riscaldamento (effetto Joule).
  • Resistenza all’inversione del carico di pressione
    Per recipienti in pressione conformi alla direttiva CE 97 / 23, viene fissata una resistenza fittizia secondo la norma AD 2000 S1 sezione 4.2.2 con un numero di cicli di carico ammissibile N (zul) = 2.000.000 LW.
  • Resistività
    La resistività elettrica, anche detta resistenza elettrica specifica, è l’attitudine di un materiale ad opporre resistenza al passaggio delle cariche elettriche.
    Nel sistema internazionale la resistività si misura in ohm per metro.
  • Reynolds – Numero di
    Il numero di Reynolds è un numero adimensionale usato in fluidodinamica, proporzionale al rapporto tra le forze d’inerzia e le forze viscose.
    La formula del numero di Reynolds (Re) è la seguente: Re = p (v) d / udovep è la massa volumica (kg/m al cubo) v è la velocità macroscopica (m/s) d è una grandezza che dipende dalla caratteristica del fenomenou è la viscosità dinamica (Pa·s o N·s/m2 o kg/(m·s).
  • Ricevitore dell’olio
    I serbatoi di olio sono realizzati per contenerei da 5,0 a 25,0 litri e per lo stoccaggio di olio temporaneo non richiesto momentaneamentedall’impianto.
  • Ricevitore del refrigerante
    Il ricevitore è un recipiente per la conservazione del refrigerante liquido.
    I ricevitori sono progettati per raccogliere il liquido dopo il condensatore per un’alimentazione regolare del refrigerante all’evaporatore e per creare una riserva di refrigerante in un sistema.
    Per caratteristiche costruttive e tecniche tutti i ricevitori possono essere applicati per lavorare con tutti i tipi di refrigerante, alla pressione di esercizio ammissibile.
  • Rilevatore di perdite
    Dispositivo o strumento come una torcia ad alogenuri, uno sniffer elettronico; o una soluzione di sapone utilizzata per rilevare le perdite.
  • Riscaldatore per olio
    Il dispositivo è progettato per riscaldare l’olio nei separatori d’olio a ciclone.
    Il preriscaldamento prima di azionare una macchina frigorifera è necessario affinché il refrigerante si separi dall’emulsione con l’olio lubrificante.
  • RMB Box
    Con RMB Box – Remote Monitoring Box sempre online.
    Tramite il nostro portale web, monitoriamo le funzioni del vostro generatore di azoto od ossigeno e, in caso di guasto, interveniamo sul vostro sistema tramite il Remote Control nel giro di al massimo 60 minuti.
S
  • Scala Fahrenheit
    Su un termometro Fahrenheit, a pressione atmosferica standard, il punto di ebollizione dell’acqua è di 212 gradi. e il punto di congelamento è di 32 gradi. sopra lo zero sulla sua scala.
  • Scambiatore di calore
    Un dispositivo per il trasferimento di energia termica dalla sorgente al mezzo di trasporto, quest’ultimo spesso costituito da aria o acqua.
    Le combinazioni più comuni sono: Refrigerante ad aria o Refrigerante ad acqua (DX), Acqua ad aria (idronico), Vapore ad aria, Vapore ad acqua.
  • Scambiatore di sottoraffreddamento
    Scambiatore di calore aria/acqua pronto all’uso per raffreddare la miscela acqua-glicole.
    Lo scambiatore di calore a piastre saldobrasate del condizionatore e lo scambiatore di calore esterno sono collegati da un un circuito chiuso acqua-glicole.
    Lo scambiatore di calore rilascia il calore dalla miscela dentro l’aria dell’ambiente.
  • Sensore di pressione
    I sensori di pressione sono progettati per essere installati sul lato pressione e sulla linea di aspirazione del circuito frigorifero, per misurare la pressione relativa.
    La funzione principale dei sensori è quella di trasformare il campo di pressione di lavoro in un segnale di corrente unificato 4-20 mA.
    I sensori di pressione sono elementi di automazione, controllo e regolazione del ciclo frigorifero.
  • Separatore dell’olio
    I separatori d’olio vengono utilizzati per separare l’olio disciolto nel refrigerante al fine di restituirlo al basamento del compressore.
  • Separatore dell’olio elicoidale
    Il separatore d’olio elicoidale con ricevitore è efficace pe la separazione dell’olio dal refrigerante, il suo immagazzinamento e il ritorno al compressore.
  • Separatore d’olio per compressore a vite
    Lo scopo principale dei separatori d’olio a ciclone è l’efficace rimozione dell’olio dal gas ad alta pressione e il suo ritorno al compressore, direttamente o bypassando.
    Questa funzione aiuta a mantenere il livello dell’olio nel carter del compressore e migliora le prestazioni del sistema prevenendo un’eccessiva circolazione dell’olio.
    Disoleatori a ciclone è dotato di manicotti impianto di riscaldamento, vetri di ispezione e dado sulla bocchetta della valvola di sicurezza.
  • Serranda
    Valvola per il controllo del flusso d’aria. Trovato nei condotti, la piastra mobile si apre e si chiude per controllare il flusso d’aria.
    Può essere controllato manualmente o automaticamente per regolare il flusso d’aria nelle zone desiderate del sistema.
  • Setaccio molecolare del carbone attivo
    Il setaccio molecolare del carbone attivo (in inglese Carbon Molecular Sieves – CMS) è l’elemento filtrate centrale dell’impianto di inversione di pressione (in inglese Pressure Swing Adsorption – PSA) per l’adsorbimento di gas e della produzione di azoto puro.
  • Setaccio molecolare della zeolite
    Elemento filtrante centrale per l’adsorbimento di gas sulla base di alluminosilicato cristallino.
  • Sistema di comando a memoria programmabile
    Un dispositivo di automazione digitale liberamente configurabile per il controllo e la regolazione di un impianto di generazione di azoto o di ossigeno su base digitale.
  • Sistema di raffreddamento
    Tecnica di generazione del freddo.
    I sistemi di climatizzazione di precisione sono disponibili nelle seguenti versioni:
    A: sistema di raffreddamento basato sul principio DX, in cui il calore dalla stanza è rilasciato attraverso un condensatore ad aria.
    G: sistema di raffreddamento basato sul principio DX, in cui il calore della stanza è rilasciato attraverso un condensatore a piastra ad aria.
    GE: sistema di raffreddamento ibrido, che comprende un sistema DX con Free Cooling Indiretto integrato.
    CW: sistema di raffreddamento in cui il calore della stanza è assorbito da un’unità di raffreddamento diretto ad acqua (il CW ha 2 circuiti refrigeranti ridondanti).
    ACW: Due sistemi di raffreddamento indipendenti (CW e A) in un condizionatore. Se il sistema principale (CW) si guasta, il sistema A assicura che l’aria condizionata continui senza interruzioni.
    GCW: due sistemi indipendenti (G e CW) in un condizionatore. Se il sistema principale (CW) si guasta, il sistema G assicura che l’aria condizionata continui senza interruzioni.
  • Sistema Internazionale (SI)
    Il sistema internazionale di unità di misura, abbreviato in S.I., è il più diffuso sistema di unità di misura.
    Nei paesi anglosassoni sono ancora impiegate delle unità consuetudinarie, un esempio sono quelle statunitensi.
  • Sistema Plug & Play
    Facile installazione (eseguibile autonomamente) e gestione.
  • Sistemi di condizionamento di precisione
    Sistemi di condizionamento altamente specializzati, adattati ai requisiti delle tecnologie informatiche e di telecomunicazione.
    I sistemi di precisione mantengono la temperatura della stanza costante al massimo grado, regolano con precisione l’umidità dell’aria relativa, filtrano l’aria e distribuiscono l’aria raffreddata nella stanza in modo accurato e uniforme.
    Sono progettati per funzionamento continuo senza guasti – 24/7, 365 giorni all’anno.
    Diversamente dai tradizionali condizionatori comfort, i sistemi di condizionamento di precisione hanno un rapporto tra potenza frigorifera totale e potenza frigorifera sensibile considerevolmente migliore – in altre parole, fino al 100% dell’energia consumata è utilizzata per raffreddare l’aria della stanza.
  • Sistemi di controllo del vuoto
    In alcuni sistemi di condizionamento, il vuoto viene utilizzato per azionare serrande e controlli nel sistema.
  • Sistemi di filtraggio
    Le particelle nell’aria compressa vengono trattenute da fori di varie dimensioni nel mezzo filtrante del generatore di inversione di pressione.
  • Solfato di calcio
    Composto chimico (CaSO4) che viene utilizzato come agente essiccante o essiccante nei filtri-essiccatori della linea del liquido (lato alto).
  • Sottoraffreddametno
    Processo in cui il calore sensibile aggiuntivo (al contrario del calore latente) viene rimosso dal liquido refrigerante condensato prima del dispositivo di misurazione.
    Il metodo corretto per caricare un sistema che utilizza un TXV.
  • Standard ASME
    Recipienti in pressione secondo lo standard della “American Society of Mechanical Engineers”, accettati in oltre 100 paesi.
  • Strumento Pinch-Off
    Dispositivo utilizzato per premere insieme le pareti di un tubo fino a quando il flusso del fluido non cessa.
  • Surriscaldamento
    L’aumento di temperatura all’interno di un gruppo evaporatore/linea di aspirazione dalla temperatura di saturazione dell’evaporatore.
T
  • Tappo di sicurezza
    Dispositivo che rilascia il contenuto di un contenitore al di sopra delle pressioni normali e prima che vengano raggiunte le pressioni di rottura.
  • Tecnologia a membrana
    Membrana di separazione di gas brevettata che divide l’aria compressa in entrata in due flussi di gas.
    L’ossigeno viene diffuso verso l’esterno attraverso la membrana mentre l’azoto rimane nella fibra cava.
    Consente una produzione costante di azoto od ossigeno nella purezza desiderata.
  • Tecnologia di comando e tecnologia di rete
    Accesso globale e costante agli impianti di generazione di azoto e di ossigeno per verificare e impostare stati di funzionamento.
  • Temperatura
    La temperatura in Fisica è una grandezza scalare definita con lo scopo di individuare l’equilibrio termico tra due o più corpi, la cui unità di misura è il kelvin.
    La misurazione della temperatura avviene mediante confronto con un fenomeno fisico prefissato grazie al quale sia possibile definire una scala termometrica.
  • Temperatura assoluta
    La temperatura assoluta, o temperatura termodinamica, è la temperatura misurata da una scala in cui lo zero corrisponde allo zero assoluto.
    La scala kelvin è la scala adottata dal Sistema internazionale di unità di misura (SI). Può essere espressa anche in altre scale, come quella rankine.
  • Temperatura critica
    In chimica fisica si parla di temperatura critica in differenti ambiti; nel caso della transizione di fluidi si definisce critica la temperatura al di sopra della quale una sostanza non può esistere allo stato liquido.
  • Temperatura di saturazione
    La temperatura in cui un refrigerante esiste sia in forma liquida che di vapore rispetto alla sua pressione misurata.
  • Temperatura – Zero assoluto
    Temperatura alla quale cessa il movimento molecolare.
  • Termodinamica – Legge
    La termodinamica è la branca della fisica classica e della chimica che studia e descrive le trasformazioni termodinamiche indotte da calore a lavoro e viceversa in un sistema termodinamico, in seguito a processi che coinvolgono cambiamenti delle variabili di stato temperatura ed energia.
    Il primo principio della termodinamica (enunciato da R. Clausius nel 1865) afferma che: l’energia può essere converita da una forma in un’altra ma non può essere né creata né distrutta.
    Per ulteriori info si veda: primo principio della termodinamica.
  • Termostato
    Il termostato accende e spegne il sistema di condizionamento quando la temperatura diventa troppo alta o troppo bassa.
    Negli impianti particolarmente sofisticati, il termostato è sostituito dalla tecnologia inverter: in questo caso il sistema di condizionamento non è semplicemente acceso e spento, ma regolato gradualmente da rallentamenti e accelerazioni del compressore, per garantire maggiore risparmio energetico.
  • Therm
    Quantità di calore equivalente a 100.000 Btu.
  • TON
    Un’unità di misura utilizzata per determinare la capacità di raffreddamento.
    Una tonnellata equivale a 12.000 BTU all’ora.
  • Torcia ad alogenuri
    Tipo di torcia utilizzata per rilevare le perdite di refrigerante alogeno.
  • Touch Control Panel
    Modulo di controllo multilingue e modulo di monitoraggio per il controllo e la regolazione del generatore a inversione di pressione o del generatore a membrana.
  • Trattamento dell’aria
    I sistemi di climatizzazione appartengono al campo della tecnologia di trattamento dell’aria, dedicata al controllo del clima in stanze chiuse.
  • Tubi ACR
    Tubi utilizzati nella refrigerazione che hanno estremità per mantenere i tubi puliti e asciutti.
  • Tubo capillare
    Ha la funzione di abbassare la pressione del gas proveniente dal condensatore in modo tale da abbassare il punto di ebollizione e quindi la temperatura di evaporazione.
  • Tubo refrigerante
    Il tubo refrigerante è simile a uno di riscaldamento e serve a collegare l’unità esterna con una o più interne.
    Il diametro e la lunghezza del tubo dipendono dal sistema di condizionamento e dal refrigerante usato.
    Grazie al suo elevato assorbimento di calore, il refrigerante R 410 A consente di installare tubazioni particolarmente lunghe e strette.
    Oltre al tubo refrigerante stesso, il sistema ha linee separate per il sistema di controllo elettrico e la rimozione di acqua condensata.
  • TXV
    Valvola di espansione termostatica.
    Una valvola di dosaggio che funge da regolatore di surriscaldamento.
    La maggior parte sono azionati meccanicamente e utilizzano un bulbo di telerilevamento collegato all’uscita del gruppo evaporatore (tramite un tubo capillare sigillato) per regolare il flusso di refrigerante liquido sottoraffreddato all’ingresso dell’evaporatore.
U
  • Umidificazione isotermica
    Termine tecnico per sistemi di umidificazione che producono vapore riscaldando acqua.
  • Umidità
    La quantità totale di umidità nell’aria. L’umidità relativa (UR) è la quantità di umidità nell’aria, relativa alla sua capacità totale in base alla sua temperatura (punto di rugiada).
    L’umidità si condensa sulle superfici che si trovano al di sotto di questo punto di rugiada.
    Il vapore acqueo presente nell’aria.
    L’umidità relativa, invece, è la quantità d’acqua presente nell’aria ad una data temperatura rispetto alla quantità massima di vapore acqueo che l’aria può contenere a quella temperatura quando è satura. A 21°C, 1 kg d’aria secca può contenere fino ad un massimo di circa 15,8 grammi di vapore acqueo pari al 100% di Umidità relativa (U.R.).
  • Umidità assoluta
    L’umidita assoluta (o UA) a densità del vapore acqueo presente in una massa di aria umida (soluzione di vapore acqueo e aria).
    Più precisamente, essa misura quanti grammi (g) di vapore acqueo sono presenti in 1 m3 d’aria umida, a una data temperatura e a una data pressione.
  • Umidità relativa
    L’umidità relativa, o ‘UR’, misura la quantità d’acqua nell’aria in forma di vapore, comparandola alla quantità massima d’acqua che può essere contenuta ad una data temperatura.
  • Umidità esterna
    Parte dell’impianto di climatizzazione monosplit o multisplit posta all’esterno balcone, giardino, tetto, ecc. dell’ambiente di cui si desidera controllare la temperatura, l’umidità e la purezza dell’aria.
    Racchiude le parti che concorrono al funzionamento dell’impianto tra cui il compressore, cioè il motore dell’impianto.
  • Umidità interna
    Parte dell’impianto di climatizzazione monosplit o multisplit posta nell’ambiente di cui si desidera controllare la temperatura, l’umidità e la purezza dell’aria.
V
  • Valvola di funzionamento
    Parametri o valori misurati e monitorati durante il funzionamento del generatore di inversione di pressione.
  • Valvola a sella (Tap-A-Line)
    Corpo valvola autoperforante progettato per essere saldato in modo permanente all’argento o fissato alla superficie del tubo del refrigerante.
    Fornisce l’accesso al sistema per monitorare la pressione, caricare o evacuare il refrigerante.
  • Valvola di espansione elettronica
    Le valvole di espansione elettroniche sono ad azionamento elettrico progettate per impianti di refrigerazione e condizionamento.
    La valvola di espansione elettronica è controllata dal controller di refrigerazione.
  • Valvola di espansione
    Ha la funzione di abbassare la pressione del gas proveniente dal condensatore in modo tale da abbassare il punto di ebollizione e quindi la temperatura di evaporazione.
  • Valvola di ritegno differenziale
    Valvola di ritegno differenziale progettata per il mantenimento della differenza di pressione nel serbatoio olio per impianti a bassa pressione.
    La valvola è installata sulla linea di ritorno dell’olio tra il ricevitore dell’olio e la linea di aspirazione.
  • Valvola di sicurezza
    La valvola di sicurezza deve essere installata su tutti i serbatoi che dispongono di un raccordo predisposto.
    È progettata per proteggere i serbatoi che lavorano sotto pressione scaricando il fluido in eccesso.
  • Valvola Rotalock
    Le valvole Rotalock sono realizzate per bloccare i recipienti in pressione, il che consente di effettuare la manutenzione puntuale e rende più facile cambiare il ricevitore se necessario.
    La pressione di esercizio delle valvole rotalock è di 4,5 MPa.
  • Valvola, Servizio
    Tipicamente, una valvola a più porte utilizzata dai tecnici dell’assistenza per isolare i componenti del sistema remoto, nonché per controllare le pressioni e caricare le unità di refrigerazione.
  • Valvola, Solenoide
    Valvola azionata ad azione magnetica per mezzo di una bobina
    elettricamente eccitata.
  • Valvole in acciaio inox
    Dispositivo meccanico per il controllo dei gas su base in acciaio inox.
  • Vapore
    Il vapore è uno stato fisico della materia, definibile come stato aeriforme a temperatura inferiore alla propria temperatura critica.
    Nel linguaggio comune, vapore è utilizzato come sinonimo di vapore acqueo, anche detto vapore d’acqua.
  • Velocità
    In fisica, in primo luogo in cinematica, la velocità è una grandezza vettoriale definita come la variazione della posizione di un corpo in funzione del tempo, ossia, in termini matematici, come la derivata del vettore posizione rispetto al tempo.
    Nel Sistema Internazionale la velocità si misura in m·s⁻¹
  • Ventilatore
    Un dispositivo di flusso radiale o assiale utilizzato per spostare o produrre correnti d’aria artificiali.
    Utilizzati sia per la ventilazione interna , sia per quella esterna.
    All’interno aspirano aria dall’ambiente e la accumulano attraverso l’evaporatore per poi distribuirla refrigerata nuovamente nell’ambiente.
    All’esterno hanno lo scopo di raffreddare il refrigerante, forzando la circolazione dell’aria attraverso il condensatore.
  • Viscosità
    Nell’ambito dei fenomeni di trasporto, la viscosità è una grandezza fisica che misura la resistenza di un fluido allo scorrimento.
    Si tratta in altri termini del coefficiente di scambio di quantità di moto.
    Dal punto di vista microscopico la viscosità è legata all’attrito tra le molecole del fluido.
  • Volt
    Tensione elettrica applicata a un circuito.
    Un volt farà fluire un ampere di corrente (volume) in un circuito contenente un ohm di resistenza.
  • VRF
    E’ l’acronimo di Variable Refrigerant Flow ed identifica gli impianti a espansione diretta a portata di refrigerante variabile.
  • Vuoto
    Riduzione della pressione al di sotto della pressione atmosferica.
W

E’ l’ unità di misura della potenza nel sistema SI (Sistema Internazionale delle unità di misura)
1Watt = 3,413BTU = 0,860Kcal/h.
Unità di potenza elettrica. Volt x Amp = Watt.

Z
  • Zero assoluto
    Lo zero assoluto è la temperatura minima possibile teorica di un qualsiasi sistema termodinamico.
    Il suo valore è estrapolato dalla equazione di stato dei gas perfetti e nelle unità di misura del Sistema Internazionale corrisponde a 0 K, equivalenti a -273,15 °C.
  • ZÜS
    A seconda della legislazione nazionale o alla direttiva vigente, i recipienti in pressione, ai sensi della direttiva CE 97/23, devono essere registrati e controllati da un ente di controllo autorizzato (ZÜS) prima che l’utente li metta in funzione.
Stefano

Stefano

Commerciale

SCOPRI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI

Bitzer 6F-40.2Y manutenzione

Bitzer 6F-40.2Y manutenzione

Bitzer 6F-40.2Y manutenzioneRiparazione di compressore frigo BitzerCi è recentemente capitato di riparare un compressore Bitzer che ci era stato consegnato in permuta di uno nuovo. Il compressore era meccanicamente usurato. È stata ripristinata...

leggi tutto
Valvole di espansione elettroniche

Valvole di espansione elettroniche

Valvole di espansione elettronichePremessaUn circuito, o sistema, frigorifero è costituito essenzialmente da quattro componenti principali (Figura 1): Il compressore (W) - cuore del sistema - che provvede ad aspirare e aumentare di temperatura e...

leggi tutto
Ciclo subcritico e ciclo transcritico

Ciclo subcritico e ciclo transcritico

ciclo SUBCRITICOciclo TRANSCRITICOPREMESSA Quando si progetta e si definisce un impianto di condizionamento o di refrigerazione si deve scegliere anche il refrigerante adeguato; il quale è, poi, direttamente legato all’efficienza energetica della...

leggi tutto
GERECO introduce la codificazione QR

GERECO introduce la codificazione QR

INFORMAZIONI VELOCI COL QR CODECi siamo messi nei panni di chi tutti i giorni si trova su un compressore con problemi installato su un impianto. Come possiamo essere d'aiuto in queste situazioni? La pandemia ha fatto conoscere a tutti i codici...

leggi tutto
PER INFORMAZIONI

TELEFONO
02 4586 6507

WHATSAPP
02 4586 6507

DOVE SIAMO
Via Sanzio 16, Cesano Boscone (MI)

USA QUESTO MODULO PER SCRIVERE AL NOSTRO SERVIZIO CLIENTI

8 + 4 =

QUESTA E' LA NEWSLETTER A CUI ISCRIVERSI SE VUOI ESSERE IL MIGLIOR FRIGORISTA IN CIRCOLAZIONE